Advertisements

iPhone 6S and 6S Plus #chipgate is this year’s hoax, just like the precedent…

a9

It has become a trend; while Apple announces record sales for the new iPhones, there has to be somebody who’s ready to point the finger at everything that might not be working properly. The iPhone 6 bendgate has been demonstrated to be an overly exaggerated reaction to somebody who liked to try bending their device, which is definitely not a smart thing to do. For those who complained about the iPhone bending in their pockets, consider you are on the Internet: you do not know what the user had done with the phone itself. There are many who simply seek a short burst of popularity, and most of the Web surfers are easy to take sides.

Nearly one year ago a “technology website”, requested an iPhone 6 from Apple to make a review out of it, they received it and that’s fine. What was not fine was bending that iPhone in a video, which resulted in Apple striking them with a notice in which they were never, ever going to receive any kind of device for further reviews. Honestly they totally deserved it: it’s hard to figure out what they were thinking to make such an action.

Also in a test made by Consumer Reports you could see different smartphones being bent under increasing pressures. While the iPhone 6 scored less than the iPhone 5, it wasn’t worse than other devices that’d bent and broke under way lower forces, including the Samsung S6 Edge.

Back to present day. The iPhone 6S has a brand new Apple SoC A9 processor; since you could hardly expect a single piece of hardware being made by a single manufacturer, the A9 is built by Samsung and TSMC. The difference between the two is that Samsung’s slightly smaller and built using the 14nm manufacturing process instead of TSMC that used a 16nm. Some applications on the App Store let you determine which one of the two your iPhone 6S was using and if your iPhone was affected by chipgate. It all revolves around battery life: the hypothesis is that TSMC’s CPU yields to longer battery life than Samsung’s. Tests made on the Web seemed to confirm it…

Right. Apple had something to say.

With the Apple-designed A9 chip in your iPhone 6s or iPhone 6s Plus, you are getting the most advanced smartphone chip in the world. Every chip we ship meets Apple’s highest standards for providing incredible performance and deliver great battery life, regardless of iPhone 6s capacity, color, or model.

Certain manufactured lab tests which run the processors with a continuous heavy workload until the battery depletes are not representative of real-world usage, since they spend an unrealistic amount of time at the highest CPU performance state. It’s a misleading way to measure real-world battery life. Our testing and customer data show the actual battery life of the iPhone 6s and iPhone 6s Plus, even taking into account variable component differences, vary within just 2-3% of each other.

And they are totally right. Also consumers can’t possibly compare their device’s battery life, even though they did, as everyone uses their iPhones differently. I have an iPhone 4S, but it’s a walking contradiction of a smartphone: of all the new features that have been added in the years since iOS 5, only a few ones are enabled. Location services are strictly limited, I never use location based alerts, push data fetch’s disabled and what not, all to preserve the battery life that lasts… well still nothing after 4 years of honored uptime. I can’t compare it with other iPhone 4S users: maybe they play games which is something I don’t do anymore, or browse the web less than I do with Safari and so on.

The idea is that if you have an iPhone 6S, enjoy it. There’s nothing to see in chipgate, except making some fun of those who truly believe that their 6S is outright defective if it sports a Samsung CPU. Manufacturing issues can occur, but just keep in mind that Rome hasn’t been built in one day, same goes for the iPhone. The odds that they overlooked battery life are all against you, and this is not the case.


In Italiano

È diventato un trend; mentre Apple annuncia vendite da record per i nuovi iPhone, ci deve essere per forza qualcuno pronto a puntare il dito contro un ipotetico difetto del momento. Il bendgate dell’iPhone 6, è stato dimostrato essere una reazione esagerata dovuta a qualcuno che si è divertito a piegarlo, il che non è qualcosa di molto intelligente. Per quelli che si lamentavano del dispositivo piegarsi nella tasca, considerate che siete su Internet: non sapete che cosa l’utente ci abbia fatto col cellulare. Ci sono alcuni che cercano semplicemente un breve momento di popolarità, e una buona fetta degli internauti fa presto a schierarsi.

Circa un anno fa un “sito di tecnologia”, di cui non faremo nome, ha richiesto un iPhone 6 da Apple per potervi fare una recensione, l’hanno ricevuto e fin qui tutto bene. Ciò che non andava bene era piegare il suddetto iPhone in un video, che ha portato Apple a notificargli che non avrebbero mai più, per nessun motivo ricevuto da loro un altro dispositivo di qualsiasi tipo da recensire. In tutta onestà se lo sono meritato: è difficile capire cosa gli fosse passato per la mente per compiere scientemente un tale atto.

In un test fatto da Consumer Reports si potevano vedere alcuni modelli di smartphone sottoposti a pressioni sempre maggiori. Mentre l’iPhone 6 ha sostenuto meno forza dell’iPhone 5, non è stato peggiore di altri dispositivi di altre marche che si sono piegati con molto meno, come il Samsung S6 Edge.

Torniamo al presente. L’iPhone 6 ha un processore Apple SoC A9; poiché difficilmente potreste aspettarvi che la CPU sia fatta da una sola fabbrica nel caso di un dispositivo di così ampio successo, l’A9 è costruito da Samsung e TSMC. La differenza tra i due è che Samsung usa un processo costruttivo a 14nm, risultando in dimensioni leggermente ridotte, mentre TSMC usa un processo da 16nm. Alcune applicazioni sull’App Store permettono di determinare quale dei due è all’interno del proprio 6S per vedere se si era affetti dal chipgate. Ruota tutto attorno alla durata della batteria: l’ipotesi è che la CPU di TSMC porti a una durata maggiore. I test su Internet sembravano confermarla…

…certo. Apple ha avuto qualcosa da dire.

Con il chip A9 disegnato da Apple nei vostri iPhone 6S o iPhone 6S Plus, ottenete il chip per smartphone più avanzato al mondo. Ogni chip che spediamo è conforme agli standard Apple più alti in termini di prestazioni e durata della batteria, a prescindere dalla capacità, colore o modello dell’iPhone 6S.

Alcuni test di laboratorio che sottopongono i processori a pesanti carichi di lavoro continui fino a che la batteria non si esaurisca non rispecchiano un uso reale, perché spendono un ammontare di tempo irrealistico allo stato più alto di uso della CPU. È un modo fuorviante per misurare la durata della batteria per un uso regolare. I nostri test e dati dei consumatori mostrano che la durata attuale della batteria di iPhone 6S e iPhone 6S Plus, anche tenendo conto le differenze di hardware, variano solo del 2 o 3%.

E hanno perfettamente ragione. In più gli utenti non possono pensare di mettere a confronto la durata della loro batteria con quella degli altri, perché ognuno usa il proprio iPhone diversamente. Io ho un iPhone 4S, ma è una contraddizione del termine smartphone: di tutte le nuove funzionalità che sono state aggiunte negli anni dopo iOS 5, una minima parte sono abilitate. I servizi di localizzazione sono strettamente limitati, non uso mai le notifiche di posizione, il download dei dati push è disabilitato e chissà che altro, il tutto per preservare la durata della batteria che dura… niente dopo 4 anni di onorato servizio. Non potrei compararne la durata con altri utenti di iPhone 4S: forse loro usano giochi nel tempo libero, cosa che io non faccio più, o navigano meno di me con Safari e via dicendo.

L’idea di fondo è che se avete un iPhone 6S, godetevelo. Non c’è niente di interessante da vedere nel chipgate, se non farsi qualche risata degli utenti che sono genuinamente convinti che il loro 6S sia difettoso se ha una CPU Samsung al suo interno. I problemi di fabbrica possono capitare, ma tenete a mente che Roma non è stata costruita in un giorno, e lo stesso vale per l’iPhone. Le possibilità che abbiano trascurate un tale dettaglio come la durata della batteria sono tutte contro di voi, e comunque questo non è il caso.

Advertisements

Tags: , , , ,

%d bloggers like this: