Advertisements

How to scale a Retina Display for more space, and how scaling affects performance

Retina displays are gorgeous to look at: you truly can’t see the pixels and are a joy for everyone’s eyes. Given the extremely high resolution of these displays, Apple had to make it just work. However there is a way to scale up, or down, the resolution of a Retina Display sacrificing a very little amount of sharpness to accomodate more room for your windows.

Built In Resolution

To do so you just need to open System Preferences, go to Display settings and choose Scaled: depending on your Mac, you may see either 4 or 5 options. For example on an iMac 5K and 15″ MacBook Pro you will see 5 scaling settings, while on the 12″ MacBook you’ll see only four. If you select an option that gives you more space, you’ll notice:

Using a scaled resolution may affect performance.

That’s normal, in fact the GPU will need more power to handle it. In a few words, the “best” Retina setting is exactly half the actual monitor resolution. We’ll take as example the Retina MacBook Pro 15″ (even though it applies to other Macs with Retina display), which has a 2880×1800 resolution: dimensions-wise, it looks like as if you were using a 1440×900 monitor, even though you see things much better thanks to the higher pixel density. Indeed if you double that resolution what you get is the native one. The same goes for the 27″ iMac 5K; it’s 5120×2880, even though it looks like 2560×1440.

Scaled Resolution

If you pick an option that says to look like 1680×1050 the GPU will take that resolution and double it to render at 3360×2100. Note that this value is effectively is higher than 2880×1800, so the GPU will also need to scale it down to fit the panel. If you were to pick the scaling that looks like 1920×1200 the GPU will render at 3840×2400 and scale it down to fit. Indeed you may experience a performance drop using a scaled resolution because the GPU needs more power to render higher resolutions and also needs to make the calculations to adapt them to your screen.


In Italiano

I display Retina sono fantastici: i pixel non si possono distinguere ad occhio nudo e sono bellissimi da vedere. Data l’estremamente alta risoluzione di questi display, Apple ha dovuto farli funzionare. Tuttavia c’è un modo per scalare la risoluzione di un Display Retina sacrificando un minimo di quella precisione per avere più spazio di lavoro.

Per far ciò è sufficiente aprire le Preferenze di Sistema, andare in Monitor e selezionare l’opzione “Ridimensionata” per la risoluzione. Arrivati a questo punto avrete 4 o 5 opzioni di ridimensionamento in base al tipo di Mac. Per esempio su un iMac 5K e un MacBook Pro 15″ ne vedrete cinque, mentre sul nuovo MacBook quattro. Inoltre se vi spostate col cursore su una delle opzioni che vi danno più spazio leggerete una frase che recita “L’utilizzo di una risoluzione ridimensionata può influenzare le prestazioni”.

Ciò è normale, infatti la CPU ha bisogno di più potenza per gestirla. In pratica la risoluzione ottimale per il Retina è esattamente la metà della risoluzione nativa del monitor. Prendiamo come esempio il Retina MacBook Pro 15″ (il ragionamento si applica anche agli altri Mac dotati ti tale schermo), che ha una risoluzione di 2880×1800: a parità di dimensioni, sembra di usare uno schermo di 1440×900, anche se vedete il tutto molto più definito grazie alla maggiore densità di pixel. Infatti se raddoppiate tale risoluzione otterrete nientemeno che quella nativa. Lo stesso si applica all’iMac 5K; lo schermo è di 5120×2880, ma appare come 2560×1440.

Ritorniamo al Pro 15″. Se doveste scegliere l’opzione che sembra 1680×1050 la GPU la raddoppierà per renderizzare a 3360×2100. Notate che questa risoluzione è più alta dei 2880×1800 nativi del monitor, quindi la GPU in aggiunta dovrà anche ridimensionarla per adattarla al pannello. Allo stesso modo se doveste selezionare quella che sembra 1920×1200, la GPU renderizzerà a 3840×2400 e la scalerà per riadattarla allo schermo.

Il dover operare a risoluzioni di molto superiori rispetto a quella di base e il doverle riadattare al contempo è ciò che può causare una perdita di prestazioni.

Advertisements

Tags: , , , ,

%d bloggers like this: