Advertisements

All you need to know about how Facebook Graph Search works before you get your hands on it.

Graph Search banner

Facebook Graph Search was introduced back in March with a special event hosted by Facebook. Started with a closed beta, users could get early access by signing up for a waiting list; the sooner you apply, the the sooner you get access. Don’t want to wait to discover what Graph Search offers? Here’s everything you need to know before it gets released.

The major change from the old system is that now search is contextual; what you write works as filters to process the results, like Siri with the only difference that you don’t use the voice. You can start with simple phrases, and add details as you need them and create complex sentences to elaborate the query. On my personal profile, if I try to search “Games my friends who live nearby play that I play” Facebook gives me a list of games that friends who geographically live near me play, and at the same time in common.

Facebook Graph SearchWhen you try to search, the box gives you some suggestions to start the query. By using arrow keys and tab you can accept these suggestions; as you move on new ones appear to make the search more accurate. Based on the type of results you got manual filters appears on the right, just in case the list produced is extremely long.
Graph Search doesn’t limit simply to process applications. It works like a social search engine. Other examples may be “Places my friends visited” to show the places where your contacts have been. Although Graph Search sounds revolutionary, is way far from perfection. For example the “not” statement is unsupported. When this happens, search automatically indexes Web Results from Bing, as Facebook ones can’t get included. These are imprecise too as hardly ever they give something back.

Facebook Graph Search (2)Advertising is included too in Graph Search. Anyway, since it is still in beta stage, of the small portion of users who accepted this new update early, only a few got them. Since Facebook economy is based on them, we can assume that as soon it gets ready everyone they will be shown to everyone.

Interested in Graph Search? Beta is opened to everyone who is using Facebook in US English; to change it just go to profile settings and change the shown language. Waiting list instead can be found here.

 

In Italiano
Facebook Graph Search è stato introdotto a Febbraio con un evento speciale tenuto da Facebook. Iniziato con una beta chiusa, gli utenti erano in grado di ottenerne l’accesso anticipato mediante l’iscrizione a una lista di attesa; prima ci si applica, minore è il tempo di attesa. Non avete voglia di aspettare fino al vostro turno per scoprire cosa offre? Ecco quindi tutto quello che c’è da sapere prima che sia rilasciata pubblicamente.
 
Il maggiore cambiamento introdotto è senza dubbio la ricerca contestuale; quello che scriviamo funziona come dei filtri per la ricerca, come Siri dopotutto con l’unica differenza che non c’è bisogno della voce. Si parte con frasi semplici, aggiungendo dettagli mano a mano che ne abbiamo bisogno per creare una query complessa. Sul mio profilo personale per esempio, se provo a cercare “Giochi che i miei amici che vivono vicino a me giocano e che gioco anche io” Facebook restituisce come risultato un elenco di applicazioni che rispondono ai dettagli forniti, ovvero che siano giocati da amici geograficamente vicini a dove vivo e che allo stesso tempo siano in comune.
 
Quando si prova a cercare, il box inizia con il dare alcuni suggerimenti. Usando le frecce e il tasto tab sulla tastiera ci possiamo muovere tra di esse e progressivamente la ricerca diventa sempre più accurata. In base ai tipi di risultati che otteniamo, appaiono determinati filtri manuali sulla destra per affinarli.
Graph Search non si limita a processare solamente delle applicazioni, bensì funziona come un motore di ricerca social. Altri esempi come “Posti che i miei amici hanno visitato” mostreranno invece le località in cui i nostri contatti hanno fatto il check-in. Arrivati a questo punto Graph Search sembrerà rivoluzionario, anche se a dire la verità è ancora lontano dalla perfezione. Ad esempio, una frase negativa non può essere elaborata. Quando questo accade, Graph Search include risultati dal Web mediante integrazione con Bing. Spesso però si rivelano imprecisi e difficilmente restituiscono risultati validi.
 
Per quanto riguarda la pubblicità, essa è un punto fondamentale per Facebook e Graph Search non fa eccezione. Anche se a una minima parte di utenti tra quelli che ne hanno avuto accesso sono mostrati annunci pubblicitari, è logico aspettarsi che diventino globali una volta che questa funzionalità sarà resa pubblica.
 
Interessati in Graph Search? La beta è aperta a tutti coloro che stia usando Facebook in Inglese americano; per modificare questa impostazione basta recarsi nelle impostazioni del profilo e cambiare la lingua predefinita. La lista di attesa, invece, può essere trovata qui.

Advertisements

Tags: , , , , ,

%d bloggers like this: