Advertisements

Whatsapp Messenger may have some privacy problems

Whatsapp Messenger (horizontal logo)

Whatsapp Messenger is currently the most used cross-platform messaging application ever used worldwide. Even the launch of iMessage in iOS 5 didn’t stop it, since the limit of Apple-only devices was too strict to make it a true contender if you weren’t a regular Mac user.
Best of all, it does everything you need for a minimum price compared to the cost of a single SMS (there were many chains about it going “paid”, but they weren’t true at all).

In order to work properly, Whatsapp Messenger needs you to grant the access to your contact list, and that’s the problem for Dutch and Canadian data protection authorities, since there isn’t to option to select individual contacts, so the user wouldn’t have the control of the data sent to servers.

Whatsapp, which introduced data encryption in fall 2012, declared that they’re going to change the privacy settings in order to avoid some serious legal problems and heavy fees by both authorities, which meanwhile will continue monitoring the situation.

 

In Italiano

Whatsapp Messenger è attualmente l’applicazione di messaggeria istantanea multi-piattaforma più usata al mondo. Addirittura il lancio di iMessage con iOS 5 non è riuscita a fermarla, dovuto al limite troppo restrittivo riguardo ai dispositivi esclusivamente Apple, impedendo quindi di diventare un vero contendente se non siete utenti Mac abituali.
Il punto di forza risiede però nel prezzo, minimo in confronto al costo di un SMS (ci sono state molte catene di Sant’Antonio riguardo al fatto che sarebbe diventata a pagamento, ma erano tutti falsi).

Per poter funzionare correttamente, Whatsapp Messenger necessità l’autorizzazione per accedere ai contatti, ed è qui che risiede il problema per le autorità garanti per la protezione dei dati dell’Olanda e Canada, dal momento che non esiste l’opzione di selezionare quali contatti devono essere inviati ai server impedendo all’utente di scegliere quali informazioni condividere.

Whatsapp, che già a fine 2012 aveva introdotto la criptazione dei dati, ha dichiarato che cambieranno le impostazioni a riguardo per prevenire l’arrivo di multe anche molto salate da entrambi gli enti che nel frattempo continueranno a monitorare la situazione.

Advertisements

Tags: , , , ,

%d bloggers like this: