Advertisements

RapidWeaver 5, creating websites for everyone

PHP, HTML… Programming languages which are widely used when creating a website, but if you don’t know them, you have to use the so called WYSIWYG editor (“What You See Is What You Get, so they’re visual). Or, you know them, but don’t want to stay for hours on your desk writing code.
Today we’re going to talk about RapidWeaver 5, a fantastic application for Mac users which creates rich and beautiful websites in just minutes.

Let’s start saying that RapidWeaver can handle HTML, so if you know a bit of code, you can use it as well.

This slideshow requires JavaScript.

We have several kinds of pages template, each one with different properties and made specifically for a reason: Blog, Contact form, File sharing, iFrame, Sitemap and more.

Then we have the resources area, where you can store every kind of file and then import it in the website with a drag and drop. Not to mention that there is automatic integration with Google Analytics, adding all the required code when exporting the project to a FTP Server in order to monitor statistics from your Google account. If you don’t like it, you can use GoSquared either.

One of the key features of RapidWeaver 5 are FTP Bookmarks, which stores all the servers you use frequently to have a quick access to them when you have to publish changes. Just insert the username, password and file path, and you’re ready to go.

Then we have the snippets. They are generated lines of code, and integrated into a web page to show a particular content. For example, if you want to get the button to follow your profile on Twitter or like a page on Facebook, you have to get them and paste on your website. While you extend your website these might increase, and the snippets windows helps you to organize them for a future access.

There are also a variety of themes, (47 by default) which can be applied in seconds to change the overall look of the site. Two of them are made specifically for the iPhone, so there won’t we any problems when seeing it from a 4″ screen.

Addons and tutorials
A common limit of WYSIWYG editors are that you can’t have an total control of the site, because you don’t have the tool to do it. RapidWeaver features a complete Addons Store, third-party plugins which extends the capabilities of RapidWeaver. There are thousands of them, going from theme to layout control and even e-commerce (yes, I mean Online Stores) and in-app photo editing.
Then we have the tutorials, but, something that should be something good, it’s actually the worst. In fact, there is an official site for learning RapidWeaver, but in order to see the entire video library, you have to get a monthly subscription. If not, you can only see the beginner level ones. Though on the web there are a lot of them to make your way in RapidWeaver.

Publishing and hints
Ready for your site to go up and running? Head over to the Publish button and wait for RapidWeaver to export all the pages and then send everything to a server. Want to see a website made entirely with RapidWeaver? Head over to MYD and see how great it is.

Before ending, there are some hints about how to apply further editing to a published website. Since your website is hosted on an FTP server, you can access to the remote folder which hosts your website and then edit directly the .css files, which controls the page styles. in order to do this, you must have a client, for example FileZilla. If you need help, feel free to ask in the comments.

RapidWeaver can be purchased from the Mac App Store or directly from the Realmac website, where you can also download a trial.

 

In Italiano

PHP, HTML… tutti linguaggi che sono largamente utilizzati nella creazione di un sito web, a patto che si sappiano usare. Se non li conosci, allora hai bisogno degli editor chiamati WYSIWYG (dall’inglese What You See is What You Get, cioè quello che vedi è quello che ottieni). Oppure, sapete i linguaggi di programmazione, ma non avete voglia di passare ore sulla scrivania a scrivere codice.

Oggi andremo a parlare di RapidWeaver 5, una fantastica applicazione per utenti Mac che permette di creare ricchi e completi siti web nel giro di pochi minuti.

Partiamo subito col dire che RapidWeaver può lavorare con l’HTML, quindi se avete un minimo di conoscenza potete usarlo tranquillamente.

Ci sono diversi tipi di template da cui partire in RapidWeaver, ognuno creato per svolgere una determinata funzione: Blog, pagina Contatti, Condivisione file, iFrame, Mappa del sito e altre ancora.

Abbiamo quindi la sezione “Risorse”, che con un semplice drag-and-drop permette di organizzare qualsiasi tipo di file in cartelle multiple per poi avere un accesso rapido durante la creazione. Da non dimenticare poi che RapidWeaver include il supporto per Google Analytics, per cui inserisce automaticamente il codice necessario al sito in modo da averne le statistiche sempre disponibili. In alternativa, si può usare GoSquared.

Una delle funzioni principali di RW5 sono i Segnalibri FTP, che organizzano le informazioni di tutti i server FTP che utilizzate nella pubblicazione del sito, in modo tale da averli sempre a portata di mano quando servono.

Troviamo poi gli Snippets. Questi sono delle righe di codice generati automaticamente per visualizzare dei contenuti particolari sui siti Internet, per esempio il pulsante @follow di Twitter o il Mi Piace di una pagina Facebook. Mentre sviluppate il sito, questi possono andare moltiplicandosi, e la finestra Snippets serve appunto per salvarli e averne accesso in un secondo momento.

RapidWeaver può contare su ben 47 temi inclusi, di cui 2 realizzati appositamente per l’iPhone, in modo tale da avere un sito visibile tranquillamente anche da uno schermo da 4″. Bastano pochi click per cambiare completamente l’aspetto del sito adattandolo alle proprie esigenze.

Addons e tutorial

Un limite comune degli editor WYSIWYG è che non permettono di controllare completamente l’aspetto del sito, perché non ha il mezzo per farlo. RapidWeaver 5 dispone di un completo Addons Store, plugin di terze parti che ne estendono ulteriormente le funzionalità. Ve ne sono centinaia, che spaziano da temi aggiuntivi, layout e addirittura e-commerce (esattamente, uno Store Online).

Abbiamo quindi un set completo di tutorial, ma quello che doveva essere un punto a favore si rivela negativo. Infatti, esiste un sito ufficiale per i tutorial di RapidWeaver 5, ma per avere accesso a tutta la libreria si deve pagare un abbonamento mensile, limitando la visione solo a quelli di livello principiante. Tuttavia, su Internet se ne trovano moltissimi altri che vi aiuteranno a destreggiarvi in RW5.

Pubblicazione e “trucchi”

Pronti per mandare online il vostro sito? Andate sul pulsante Pubblica e aspettare che RapidWeaver esporti tutte le pagine sul server. Volete vedere un sito creato esclusivamente con RapidWeaver? Andate su MYD per farvi una idea dei risultati che potete ottenere.

Prima di arrivare alla fine, ci sono diversi trucchi per avere un controllo ancora maggiore sul sito. Giacché il sito è ospitato su un server FTP, potete accedervi tramite un client (come FileZilla) e modificare i file CSS che controllano lo stile delle pagine (anche se il fare questo richiede una minima conoscenza dell’HTML). Nel caso di dubbi non esitate a chiedere nei commenti.

RapidWeaver può essere acquistato dal Mac App Store o direttamente dal sito di Realmac, dove potete anche scaricare una versione di prova.

Advertisements

Tags: , , , ,

%d bloggers like this: