Advertisements

What is FileVault and how to use it on OS X

Data encryption might be useful, especially if you have some kind of files that must remain private or needs to be stored in a safe place. Here’s where comes FileVault.

FileVault is an option available in System Preferences, which does live data encryption with AES 128 bit, one of the most secure encryption options. It’s quite common to use it especially if you work with a notebook, which can be stolen (hope not) more easily than desktop ones. You need just a few steps to start using it.

Go to System Preferences > Privacy and Security. Then, select the FileVault tab and unlock it (if needed) by using the left corner lock.

Once done, then click on the “Turn on FileVault” button. First of all, you have to enable all the users on the computer, by entering for each one its password. Then, the system will generate a random key, which is needed to recover your data if the password is lost. Be sure to store it safely, because there is no way to get it back.

Then, before the encryption starts, there is an option to store the master password, using Apple’s server. If you want to do it, then you will need to enter three security questions and the answer, which are needed to recover the key. Note that Apple is not able to get it back to you if these answer get lost.

At the end, you will need to restart your Mac; when the login window appears, don’t worry if there is a white screen, it’s completely normal. At the end, OS X will start the live encryption in background, and the Preferences will show a windows like this one:

Just a note, if FileVault is activated, every user must be protected with a password, or it won’t be able to get access to disk files. Plus, if you have BootCamp enabled, Windows won’t be able to see the OS X disk.

In Italiano

Criptare i dati può risultare molto utile, specialmente se si tratta di proteggere dei file e cartelle sensibili che dovrebbero rimanere private o tenute in un posto al di sopra dei comuni livelli di sicurezza. Ecco quindi che arriva FileVault.

FileVault si occupa di proteggere i dati con una cifratura AES 128 bit in tempo reale, ritenuta una delle più sicure esistenti. È usato molto spesso sui Mac portatili, che essendo più facili da rubare (spero di no) possono necessitare un livello di sicurezza aggiuntivo.

Per attivarlo, andate in Preferenze di sistema > Sicurezza e Privacy. Cliccate quindi sulla sezione FileVault e sbloccate il pannello (se necessario) dal lucchetto in basso a sinistra. A questo punto, non vi resta che cliccare sul pulsante Attiva FileVault. Verrà generata una master password casuale, che va tenuta in un posto sicuro; nel caso si dovesse dimenticare la password utente, questa rappresenta l’unico modo di riaverla indietro.

Andando avanti, vi verrà chiesto se volete salvarla sui server Apple, in modo tale da poterne avere accesso. Se acconsentite, allora dovrete inserire tre domande di sicurezza con le relative risposte. Preciso che Apple non è in grado di ottenere la master password se prima non avete fornito queste risposte nel caso fosse smarrita.

Al termine dovrete riavviare; se alla schermata di login appare uno sfondo bianco, non preoccupatevi, è assolutamente normale. A quel punto, FileVault inizierà a criptare i dati sul disco senza alcun’altra azione da parte dell’utente. In più se avete attivato BootCamp, Windows non sarà in grado di vedere la partizione di OS X.

Giusto un appunto, se volete attivare FileVault, tutti gli utenti presenti sul computer devono disporre di una password.

Advertisements

Tags: , , , , ,

%d bloggers like this: