Advertisements

Things, a complete, full-fledged GTD app for OS X

Staying organized is never easy, especially if you have the “Reminders” app completely full. Here’s when comes Things, a complete, easy to use yet powerful task management app for OS X (and iOS if you want) developed by Cultured Code, available on the Mac App Store.

Things works in a nested way. First of all, there is an Inbox, where stores general To Dos without a specific criteria. Then there is a Focus section, which works like a filter. The first one shows To Dos with due date set to the current day and the Daily Review, a yellow box which shows ToDos that you may want to complete.

Then there are Next (ToDos near to the due date), Scheduled (ToDos with a specific due date), Someday (ToDos that we’re gonna to complete in the future) and Projects.

Projects, Areas and Contacts

Other than simply store what to do, Things allows to organize To Dos in Projects and Areas. You may use a Project when you need to organize something like a workflow, because you create multiple To Dos in order to complete it. It’s really useful if you have something to do under a due date. Areas instead are like folders, where you manually organize To Dos under your criteria (Work, School, Home etc.); you can also file Projects in Areas as well to keep them organized. At last there are Contacts. These are taken from the Address Book, and works like Areas, allowing to put multiple To Dos under them.

The Logbook finally stores all you completed tasks which you don’t want to delete, like an History.

Things Cloud

Things has a built-in cloud sync service, rightfully named Things Cloud, and works like a charm. every single change you do on Things, is immediately sent to servers in a blazing fast timing, less than 3 seconds, without the need to worry about an up-to-date sync like many other applications. You just simply create an account in the Preferences and you’re all set, you don’t need to anything else, just relax.

Quick Entry and Automatic Fill

The Quick Entry can be used with a keyboard shortcut (see the app Preferences), allowing to create new To Dos without the need to switch to Things to create it. Using another one, you can toggle the Quick Entry with Automatic Fill, creating a To Do which is ready to be saved.

iCloud Reminders import

Things also has support to Reminders native app import. So if you have any To Dos in the Reminders app, you can easily import them within the Inbox view.

Interested? Things is available on the Mac App Store at 45,99€ and can be downloaded from here.

In Italiano

Rimanere organizzati può risultare un’impresa, soprattutto se avete i Promemoria pieni. Ed è qui che arriva Things, una completa e potente applicazione sviluppata da Cultured Code per rimanere organizzati su OS X (anche iOS se volete).

Things lavora in un modo nidificato. Prima di tutto troviamo la Inbox, dove vengono contenuti i ToDo che non hanno un criterio specifico per essere organizzati. Troviamo poi la sezione Focus, che lavora come un filtro. La vista Today mostra tutti i ToDo con scadenza giornaliera e la Daily Review, un box giallo che mostra tutti gli impegni che intendiamo completare nel corso della giornata. Seguono poi Next (in cui troviamo i ToDo che hanno una scadenza prossima), Scheduled (ToDo che hanno una scadenza fissata in precedenza), Someday (ToDo che intendiamo completare in un futuro) e Projects.

Progetti, Aree e Contatti

Oltre a immagazzinare le attività, Things permette di organizzarli in Progetti e Aree. I Progetti sono delle attività che per essere completate, hanno bisogno che siano completate altre secondarie, che vengono create all’interno del progetto. Esistono poi le Aree, che funzionano come delle cartelle in cui sia i ToDo, sia i Progetti, vengono organizzati manualmente dall’utente in base a un criterio (Lavoro, Scuola, Casa ecc.). Seguono quindi i Contatti. Questi hanno una funzione identica alle Aree, ma con l’unica differenza che sarà mostrato il nome del contatto al posto di uno scelto in precedenza.

Infine troviamo il Logbook, che raggruppa tutti gli elementi che abbiamo segnato come completati e che non vogliamo eliminare, come fosse una Cronologia.

Things Cloud

Things offre anche un servizio di cloud sync, chiamato Things Cloud e che lavora in modo eccellente. Qualunque modifica apportiate su Things, viene immediatamente inviata al server con un tempo medio di circa 3 secondi, senza doversi preoccupare di avere tutto sincronizzato. L’unica cosa da fare è creare l’account dalle Preferenze, nient’altro.

Entrata rapida e riempimento automatico

L’Entrata rapida può essere usata sfruttando una abbreviazione da tastiera (visibile nelle Preferenze dell’applicazione), permettendo di creare una nuova attività senza il bisogno di cambiare applicazione. Volendo, si può richiamare anche l’Entrata rapida con riempimento automatico, in modo da creare un ToDo che è già pronto ad essere inserito.

Importazione dei Promemoria

Things dispone anche della possibilità di importare i Promemoria di iCloud di uno specifico elenco. Quindi se avete qualche attività memorizzata nei Promemoria, potete semplicemente importarli dalla vista Inbox.

Interessante? Things è disponibile sul Mac App Store a 45,99€, e può essere scaricata seguendo questo link.

Advertisements

Tags: , , , , ,

%d bloggers like this: