Advertisements

The differences between iOS 6’s Passbook and NFC technology

The NFC technology isn’t right now widely used. Though every company has at least one model, which supports the near field technology. Everyone… except Apple. Why? Before trying to find the answer, we have to come back to iOS 6 presentation. Summarizing, iOS 6 had a new built-in application, called Passbook. This stores different kind of passes, from boarding passes to a Starbucks balance. All you need to do to use them is take the iPhone and pass it when paying like a barcode. If you want to make an idea of what Passbook looks like, head to PassSource which creates fakes passes but at least you have a general idea. (of course, I’m not responsible of what your gonna to do with it).

The NFC is totally different. First of all, Passbook is a software, NFC requires a chip. That’s why it can have a lot more of possibilities, because the NFC technology creates a bidirectional wireless connection up to 10cm of distance between two devices. This means that more than virtual money, these can exchange almost every type of digital content, from music to photos, videos etc, right now at a very slow connection (424 kbit/s). Apple created an ecosystem, where everything is strictly connected to make them work as you (or maybe they) want. Passbook is the Apple’s answer to the NFC technology, that’s why you might never see it on an iPhone.

Now that we have a bit of base knowledge, let’s start talking about security. Most of you use an ATM, and in order to use it you have to know the PIN code, so if you lose it, you know that the robber will not be able to use it for a while. And if someone stoles your smartphone which is connected to your bank account? Well, the risk is a bit higher, because for transactions smaller for example than 25€, then you’re gonna see series of micro-transaction made with your phone. Better to PIN lock your iPhone next time.

In Italiano

La tecnologia NFC ad oggi non è molto usata. Tuttavia quasi ogni azienda possiede in listino almeno un modello che la supporta, tranne Apple. Perché? Per provare a rispondere a questo quesito, dovremmo fare un salto indietro nel tempo a quando è stato presentato iOS 6. In breve, iOS 6 ha introdotto una nuova applicazione, chiamata Passbook, che raggruppa delle “carte” con gli usi più disparati; carte di imbarco, buoni coupon e magari anche il conto Starbucks. L’unica cosa che dovete fare è passare l’iPhone alla cassa come fosse un codice a barre. Per farvi una idea di come funziona Passbook, potete andare su PassSource; esso crea delle carte false, ma almeno potete farvi una idea di come funziona in generale (ovviamente non sono responsabile dell’uso che ne farete).

La tecnologia NFC è totalmente differente. Prima di tutto, Passbook è un software, mentre la tecnologia NFC richiede un chip fisico. Ecco perché questa può avere impieghi che vanno oltre lo scambio di denaro virtuale, scambiando musica, foto etc. anche se a una velocità molto bassa (424 kbit/s). Apple invece ha creato un ecosistema, dove tutto è strettamente legato per lavorare in una maniera precisa. Ecco perché forse non vedremo la tecnologia NFC su un iPhone.

Adesso che abbiamo un minimo di conoscenza sull’argomento, parliamo di sicurezza. Molti di voi usano una carta di credito, che per essere usata ha bisogno di un codice PIN. E se fosse il vostro smartphone a essere connesso?  In questo caso il rischio è anche maggiore, poiché, oltre alla beffa di aver perso un cellulare, potreste vedere una serie di micro-transazioni sul conto in banca. Meglio bloccarlo con il PIN la prossima volta.

Advertisements

Tags: , , , , ,

4 responses to “The differences between iOS 6’s Passbook and NFC technology”

  1. Baiju M says :

    Liked your reference to “Ecosystem”, which is basically, IMO, what Apple wants ultimately.

%d bloggers like this: