Advertisements

Google spiava gli utenti Apple con Safari

La fonte è una denuncia del WSJ intitolata “Don’t be evil”, che accusava Google di spiare gli utenti Apple che usavano Safari e il loro account Google per eseguire le ricerche. Per riuscirci infatti ha utilizzato dei codici speciali che aggiravano il browser di Apple per installare dei cookie sul computer dell’utente e quindi monitorare le nostre attività. La falla è stata individuata grazie ad un ricercatore della Stanford University, poi confermato da un ingegnere consultato dal quotidiano in questione. Stando sempre al Wall Street Journal Google ha disattivato questa “funzione” dopo essere stato accusato, anche se ha annunciato in un comunicato che ‹‹I cookie non contengono informazioni personali››

A seguito dell’accusa (per cui la Apple ha preso dei provvedimenti) Google ha replicato con testuali parole:

«Diversamente da altri importanti browser, il browser Safari di Apple blocca per impostazione predefinita i cookies di terze parti. Tuttavia Safari abilita per i propri utenti svariate funzioni web che fanno affidamento su terze parti e sui cookies di terze parti, quali i pulsanti “Like”. Lo scorso anno, abbiamo cominciato ad usare questa funzionalità per abilitare alcune funzioni (come per esempio la possibilità di fare “+1” su contenuti di interesse dell’utente) per quegli utenti di Safari che erano loggati nel loro account Google e che avevano scelto di vedere pubblicità personalizzate e altri contenuti. Per abilitare queste funzioni, abbiamo creato un link temporaneo tra Safari e i server di Google, in modo da poter verificare se un utente di Safari era anche loggato nel suo account Google e aveva optato per questo tipo di personalizzazione, ma abbiamo sviluppato questo link in modo che le informazioni che passavano tra il browser Safari degli utenti e i server di Google fossero anonime».

Spiegato in parole semplici è stato creato un link che metteva in comunicazione i server di Google con il computer dell’utente per poter fornire all’utente loggato i contenuti più pertinenti possibili, come per esempio i suggerimenti di Google+. Sempre secondo Google gli utenti che hanno deciso di disattivare gli annunci personalizzati del motore di ricerca, non sono stati colpiti dal problema.

Advertisements

One response to “Google spiava gli utenti Apple con Safari”

  1. Salvatore says :

    bene, molto utile, grazie…

%d bloggers like this: