Archive | 27 January 2012

Tweets Must Flow un anno dopo

“The open exchange of information can have a positive global impact … almost every country in the world agrees that freedom of expression is a human right. Many countries also agree that freedom of expression carries with it responsibilities and has limits.”

Così iniziava un post pubblicato dal Twitter l’anno scorso in cui si diceva che in quasi ogni paese del globo si accetta la libertà d’espressione come un diritto dell’uomo, e tante altre sono d’accordo che la libertà di espressione ha anche una propria responsabilità e alcuni limiti.

Con l’espansione di Twitter però si hanno avuti dei problemi nei paesi in cui questa libertà di espressione è negata ai cittadini. Esempio modello è la Cina, in cui Twitter è inaccessibile. Per questo a partire da oggi Twitter potrà eliminare i tweet se richiesto per motivi legali.

Gli iscritti alla piattaforma di microblogging non hanno reagito molto bene. È stato dichiarato uno sciopero generale che dovrebbe durare per tutta la giornata di domani in cui non si pubblicherà nessun tweet. (Seguite l’hashtag #TwitterCensored).

Per maggiori dettagli è stato aperto un sito, http://chillingeffects.org/twitter, in cui sono riportati tutti i dettagli, e se siete utenti anche dalla pagina del vostro profilo.

Read More…

%d bloggers like this: