Advertisements
Archive | 24 January 2012

MyWind: l’app ufficiale per iPhone e iPad

È stata da poco rilasciata sull’App Store l’applicazione ufficiale di Wind la gestione della nostra linea mobile e non solo.

Per accedere all’applicazione basterà inserire username e password che usiamo normalmente sul sito http://www.wind.it oppure tramite un codice temporaneo inviato per email.

MyWind ci permette di controllare i nostri consumi, effettuare delle ricariche e gestire le nostre offerte attivate sul nostro numero, come per esempio “Internet NoStop”.

Ecco una breve lista delle funzionalità direttamente dalla descrizione dell’app:

  • Sommario delle principali informazioni relative alla propria linea e stato dei bonus di traffico disponibili
  • Sintesi dei consumi e dettaglio del traffico
  • Configurazione della linea con indicazione di piano tariffario, opzioni e servizi attivi
  • Dati personali, dati di pagamento per l’abbonamento e possibilità di ricaricare le proprie linee prepagate con carta di credito
  • Descrizione offerte Wind e possibilità di modificare la propria offerta
  • Mappa dei negozi Wind più vicini alla tua posizione con possibilità di passare direttamente al navigatore
  • Area supporto con risposte alle domande e alle problematiche più frequenti
  • Sezione novità ed offerte speciali riservate agli utilizzatori dell’applicazione

L’applicazione è universale e richiede iOS 4 o successivo localizzata in italiano. Qui il link per il download di MyWind.

Advertisements

Megaupload chiude i battenti

È stato da poco chiuso il famoso sito per l’upload di massa Megaupload dall’FBI americana. Quest’ultima è intervenuta a causa di server presenti sul territorio americano che ospitavano i caricamenti degli utenti. La sua chiusura ha portato anche all’arresto dei gestori del sito, soprattutto per quanto riguarda il fondatore Kim Schmitz

la chiusura del sito ha causato comunque un grande scontento non solo agli utenti degli Stati Uniti, ma anche quelli al di fuori del territorio americano, soprattutto per coloro che usavano legalmente Megaupload. Si trattava infatti di un hard disk virtuale, in cui ognuno poteva caricare ciò che voleva per condividerlo con il mondo. Il fatto più “grave” è quello che è stato un singolo paese con la sua azione ha fatto “perire” anche altri, soprattutto per coloro che lo usavano regolarmente per caricarci semplicemente i propri file.

In Italia gli utenti di Megaupload erano circa 1,7 milioni, secondo la Fimi, il che passa i 990 mila utenti di eMule italiani. dall’altra parte della medaglia ci sono circa 8 milioni di utenti che vanno a caccia sul web di circuiti torrent. Le alternative a Megaupload erano tante, per questo ci si aspetta che si piazzi qualcun altro al suo posto.

%d bloggers like this: