Advertisements
Archive | 13 January 2012

Foursquare: istruzioni fondamentali per l’uso

Foursquare (detto anche 4sq) è un social network basato sulla geolocalizzazione nato nel 2009 disponibile per iOS, Android, WebOS, Windows Phone 7 e BlackBerry.

Facendo i check-in potrete guadagnare dei punti che variano in base al luogo in cui lo effettuate, ovvero le “venue”. Se una persona riesce a fare più check-in di altre diventa il “mayor” ovvero il sindaco. In più, Foursquare ha una funzione ludica avete la possibilità di guadagnare dei badge con dei check-in, ma su questo non dirò nulla, non a caso è la parte più divertente di 4sq, e non ho intenzione di rovinarvi la vostra esperienza! Lascio a voi scoprire come funzionano… come quando farete il vostro primo check-in… ecco, l’ho detto! In più, se collegate il vostro account di FB o Twitter potete lasciare un messaggio per ogni check-in che fate.

Allora… per cominciare andate su Foursquare e loggatevi con il vostro account. Dovreste vedere la vostra pagina, più o meno così:

La homepage di 4sq

In alto potete vedere la mappa con la vostra posizione e le venue più popolari vicino a voi. Da notare inoltre che alcune attività commerciali usano Foursquare per promuovere la loro attività e fare sconti a coloro che fanno semplicemente i check-in in determinati luoghi.

Sotto la mappa potete notare le attività dei vostri amici o di coloro che seguite nel mio caso per esempio seguo Engadget.

Una cosa che vorrei farvi notare si tratta delle liste. Le liste in pratica sono delle specie di ToDo, che vi permettono di segnare delle località interessanti in cui volete recarvi. Potete anche aggiungere delle liste create dai vostri amici che ritenete interessanti.

Adesso invece passiamo dalla teoria alla pratica, che è quella che preferisco.

Per esercitarci. Digitate nella barra di ricerca il nome di una venue (Piazza del Duomo, ecco). Visualizzate quindi le informazioni relative. Potrete vedere le foto postate da chi ha fatto un check-in lì e i consigli che sono stati lasciati tipo “dovete salire in cima alle guglie perché c’è una vista mozzafiato!” e cose così. Potete inoltre salvarla come una cosa “da fare” ovvero in cui volete recarvi, oppure segnarla come fatto, in pratica, il contrario.

Ora, dopo aver visto le cose basilari, vediamo come fare questi check-in. Sfortunatamente, Foursquare non permette di farlo tramite la versione web (confesso che ho guardato ovunque prima di scoprirlo…). Essenzialmente, esistono solo due modi per farlo:

  1. Tramite l’applicazione dedicata
  2. Tramite la versione web mobile (anche se questa presenta notevoli limitazioni).

Se vi chiedete il perché, è alquanto semplice. Se vi connettete con la versione web, significa che non avete il GPS, quindi, la geolocalizzazione salta.

Prima di chiudere, vorrei chiarire una cosa di cui si discute molto su 4sq, il fatto di aggiungere la propria abitazione. Allora, io non dico che sia sbagliato farlo, anzi, ognuno è libero di fare ciò che vuole, ma io sono dell’opinione di non farlo, per tre motivi.

  1. Sarebbe visibile a TUTTI coloro che sono iscritti a Foursquare, perché non esistono venue private;
  2. Se ognuno aggiungesse la propria casa, in un quartiere densamente abitato, ci sarebbe il finimondo (E lascio intuire il perché).
  3. Sembra che “giocate” (perché 4sq ha una funzione ludica) da soli. Provate a pensarci: il mayor… di casa vostra…
Advertisements

In Italia tutte le scuole sono online

Con il lancio di “Scuola in chiaro” adesso tutte le scuole italiane sono online. Ci basta connetterci al sito della MIUR per poter accedervi. Il progetto del governo Monti mette online le informazioni di 11mila scuole italiane di tutti gli ordini scolastici.

D’ora in poi sia docenti, che genitori e studenti potranno vedere le informazioni relative alla scuola d’interesse come le strutture presenti, docenti, situazione finanziaria, alunni iscritti, e anche documenti sulle valutazioni e i rendimenti di questi ultimi.

Per ora non tutte le schede delle scuole sono state compilate fino in fondo, ma l’obiettivo unico di questa iniziativa è “un’amministrazione più moderna trasparente che, attraverso Internet, metta a disposizione dei cittadini tutte le informazioni necessarie per accedere ai servizi e scegliere con consapevolezza dove iscrivere i propri figli” secondo il ministro dell’istruzione Francesco Profumo. Lo stesso ha dichiarato inoltre che “l’agenda digitale” non toccherà solamente l’istruzione, ma anche altri settori come la sanità, il turismo, ambiente, cultura e mobilità.

Ad ogni modo, l’elemento cardine dell’iniziativa è l’iscrizione alla scuola, che può essere effettuata online (previo inserimento di dati e scannerizzazione dei moduli necessari ed entro il termine previsto anche offline del 20 febbraio).

 

%d bloggers like this: